header1 header2 header3 header4 header5

Cosa ne è degli indumenti?

You are using an unlicensed and unsupported version of DotNetNuke Professional Edition. Please contact sales@dnncorp.com for information on how to obtain a valid license.

Pioniere nella raccolta nei contenitori

Il nome Contex è strettamente connesso con un servizio che affonda le sue radici nella storia: è stata proprio Contex a introdurre per prima in Svizzera i contenitori di raccolta degli indumenti smessi e delle calzature usate. Anche nelle raccolte in strada l’azienda dà prova di grande inventiva. Il sistema del doppio sacco – uno per i tessili, l’altro per le scarpe – è infatti una trovata di Contex.

Fondata nel 1991, Contex è stata acquisita nel 2011 dal gruppo TEXAID. Ora può usufruire dell’impianto di smistamento di abiti usati più moderno al mondo, che il gruppo gestisce a Schattdorf/UR, e di ulteriori capacità nelle aziende associate in Germania, Ungheria, Bulgaria e Marocco. Contex contribuisce al risultato globale di raccolta del gruppo (75'000 tonnellate) con 12'000 tonnellate di tessili usati all’anno, che vengono raccolte attraverso i 1'700 contenitori Contex dislocati in tutta la Svizzera e attraverso le 19 raccolte di strada capillari organizzate da Contex a livello cantonale. Nel 2013, TEXAID ha distribuito agli enti assistenziali e a diverse organizzazioni d’interesse collettivo profitti dell’ordine di sei milioni di franchi.

Anche le città e i comuni che collaborano con Contex beneficiano di vantaggi finanziari. Contex si fa carico dello smaltimento di una parte dei rifiuti urbani che per legge incombe ai comuni. Risparmiando su questi costi, le amministrazioni comunali possono quindi liberare mezzi finanziari da destinare ad altri scopi.

L’opuscolo Contex può essere scaricato qui



Quicklinks