header1 header2 header3 header4 header5

Cosa ne è degli indumenti?

You are using an unlicensed and unsupported version of DotNetNuke Professional Edition. Please contact sales@dnncorp.com for information on how to obtain a valid license.

Quota di successo elevata

Per smistare la merce raccolta, Contex fa ricorso principalmente all’infrastruttura della società madre TEXAID, che alla sede di Schattdorf/UR dispone dell’impianto di smistamento più moderno al mondo. Dotato di comando vocale, l’impianto reagisce alle indicazioni delle addette allo smistamento e colloca ciascun articolo su un nastro trasportatore con il quale raggiunge la stazione di raccolta prevista. Lo smistamento avviene sulla base di una sessantina di criteri, tra i quali tipo di indumento, stagione e taglia. La decisione più importante è la valutazione dello stato di ciascun pezzo. I capi d’abbigliamento in buono stato vengono preparati per essere venduti nei Paesi economicamente deboli. I tessili che presentano dei difetti possono sempre essere utilizzati come strofinacci oppure trasformati in materiali isolanti.

Grazie agli elevati standard di qualità, ai collaboratori esperti e alle tecnologie innovative, il gruppo TEXAID è in grado raggiungere nello smistamento un valore di merce di seconda mano superiore alla media: fino al 65 percento dei capi d’abbigliamento può ancora essere indossato. Il 15 percento viene destinato alla produzione di strofinacci o materiali di riciclaggio. Solo il 5 percento della merce raccolta non trova un nuovo utilizzo e viene quindi incenerito come normale immondizia. In fin dei conti, il gruppo TEXAID rimette quindi in circolazione, valorizzandolo, il 95 percento dei tessili raccolti, fornendo così un importante contributo alla preservazione di valore e alla protezione ambientale.

Quicklinks